giovedì 20 dicembre 2007

Schwarzy, la destra convince se "strappa" (di Luciano Lanna)

Corsivo di Luciano Lanna
Dal Secolo d'Italia di giovedì 20 dicembre 2007

Questa volta è il laboratorio California a fornirci l'ultima prova di nuova sintesi politica. Che è poi quella di chi da destra intercetta la maggioranza della società civile attraverso la capacità di "strappare" con i luoghi comuni, con i riflessi condizionati e con tutte le rendite di posizione date per scontate in nome di un ridicolo e superato senso d'appartenenza.
Il governatore californiano Arnold Schwarzenegger aveva già dimostrato di avere imboccato questa strada strada in tema di aperture sui diritti civili, di impegno al rispetto del protocollo di Kyoto, di ricerca di un exit strategy per la guerra in Iraq, di una piena integrazione per gli immigrati (lui stesso, d'altra parte, è nato europeo e austriaco). Ma stavola ha superato se stesso, promuovendo una riforma sanitaria che "rompe" decisamente con la tradizione della vecchia destra a stelle e strisce. Il parlamento californiano ha infatti approvato una legge che assicura l'assistenza medica parzialmente gratuita a 3,6 milioni di cittadini, di cui 800mila bambini oggi privi di copertura. Una riforma che è stata negoziata personalmente da Schwarzy con la maggioranza democratica dell'assemblea della Californua. "E' un voto coraggioso - ha ammesso il governatore - che ci fa compiere un salto in avanti gigantesco, su un tema che i più pensavano fosse intrattabile, siamo più vicini che mai a mettere a posto il nostro disastrato sistema sanitario". A criticarlo - e questo vale come metafora - sono stati i settori più conservatori della sua parte politica, sorpresi per questa apertura "sociale" da destra e per il fatto di aver ottenutoi voti dei democratici. Qualcosa che accomuna Schwarzy a Sarkò. Non a caso, secondo Andy Stern, il presidente del sindacato californiano dei servizi, la California potrebbe ora diventare Stato "che fa la differenza nel lungo sogno di un'America dove tutti abbiano un'assistenza medica di qualità, a prezzi accessibili". E vi pare poco?
Luciano Lanna, laureato in filosofia, giornalista professionista dal 1992 e scrittore (autore, con Filippo Rossi, del saggio dizionario Fascisti immaginari. Tutto quello che c'è da sapere sulla destra. Vallecchi 2004), oltre ad aver lavorato in quotidiani e riviste, si è occupato di comunicazione politica e ha collaborato con trasmissioni radiofoniche e televisive della Rai. Già caporedattore del bimestrale di cultura politica Ideazione e vice direttore del quotidiano L'Indipendente, è direttore responsabile del Secolo d'Italia.

1 commento:

ippolito edmondo ferrario ha detto...

Schwarzenegger dimostra di essere un vero leader, carismatico, capace di traghettare idee e valori senza timore. Un bellissimo esempio.