venerdì 3 aprile 2009

Inno alla libertà di pipa (di Simone Migliorato)


Testo di Simone Migliorato

Ma sarà di destra o di sinistra? Boh! Fatemi pensare. La bionda se la fanno sopratutto quelli di sinistra. No, non è vero anche quelli di destra. Cioè ormai se la fanno tutti, anche se illustri commentatori gli fanno la guerra e dicono che scomparirà. Ma a me non sembra che sia così. La bionda modificata? Allucinante quella! E' proprio perchè è allucinante se la fanno solo quelli di sinistra! No, però anche quelli di destra se la fanno. Magari di nascosto, così che la moglie e gli amici non sappiano, perchè si sa che quelli di destra sono conservatori. Però dai, lo sanno tutti che ogni tanto se la fanno pure loro. E chi si fa il cubano? Beh, sicuramente è omosessuale chi se lo fa! Però, tanti macho man americano se lo fanno! Allora saranno bisex? Oppure erano gay come Luca, poi sono diventati etero, e gli è rimasto il vizietto di farsi il cubano? Boh, ma che ne so, non ci sto capendo più niente! Come Gaber direi: MA BASTA!

E lei chi se le fa? Fammi pensare. La prendo dal mio scaffale dove la nascondo così mamma non la vede. Se la faranno quelli di destra o quelli di sinistra? Beh forse di sinistra: se la faceva Pertini, Stalin addirittura, anche Sandro Curzi! Beh però anche Feltri se la fa tranquillamente! Cazzo, non ci capisco niente! Prima pigiata: la prima pigiata deve essere quella più lieve altrimenti....ma se la faranno gli intellettuali, i geni o la gente comune? Beh se la faceva Sarte, addirittura Sherlock Holmes se ne faceva cinque prima di risolvere un caso, e anche Sarte e Maigret. Beh però io l'ho vista anche a tanti vecchietti nei bar a bere, e anche mio padre che è un normale impiegato per anni...sarà per questo che mamma non vuole che me la faccio anche io? Secondo pigiata, questa un pò più risoluta, ma non troppo. Oggi dicono che se la fanno solo i vecchi. E dicono che ti fa sembrare vecchio dentro quando te la fai. Beh, io sapevo che "farsela" era da giovani, e non fa male neanche al vecchio. Però vagli a dare del vecchio a Baudelaire che sicuramente un pò triste era, ma di certo non s'interessava a cosa da vecchi. Terza pigiata, questa si che la devi fare forte. Insomma se la sono fatta un pò tutti, anche se oggi la gente ti guarda un pò storto quando te la fai. Sarà per questo che il Sub Comandante Marcos si è messo quella cosa in testa? Anche lui si vergognerà di farsi vedere che se la fa? Che tempi! Montanelli mica si vergognava, e Che Guevara, vecchio frocione che si faceva i cubani, ogni tanto si faceva anche lei.

Prima, seconda, terza pigiata. Accendi tutto. Ripigi. E riaccendi.

Benvenuti nel magico mondo della pipa!

No, non me ne frega niente se la pipa è di destra o di sinistra. O da giovani o da vecchi. O da gay o da etero. O da scrittori o da nullafacenti. Il piacere non ha dogane! Va bene, direte voi: c'era bisogno di fare tutto questo macello? Ma sapete, quando si fuma la pipa si hanno tante ispirazioni. In mezzo alle nuvole che crei (i bambini possono pensare che sei un mago) le parole ti assalgono come diceva De Andrè (lui si faceva le bionde, ma le parole lo assalivano meglio di me!). E allora crei queste cose, perchè fumare la pipa è una metafora dell'esistenza!

Addirittura?

E certo! Perchè prima di tutto va fumata con tranquillità e con calma. Insomma come si dovrebbe vivere la vita. E poi ti regala sempre tanto piacere, tanti sapori diversi quanti sono i tabacchi che vengono da tutto il mondo. Oriente, America, Inghilterra, Scozia. Con aggiunte di liquori e tante belle cose. E' difficile fumarla? E perchè la vita è facile! La pipa come la vita non si impara mai di fumare. Come dicono i fumatori storici! Una volta ci si brucia la lingua, una volta ci esce addirittura l'acqua, delle volte è sporca e fa schifo fumarla, delle volte ti si brucia la mano o la bruci tu, la rompi, oppure non hai tempo. E non è così la vita? Devi tentare, sbagliare, riprovare ma poi...fai quel tiro e dici: "Che bello!". E poi fumare la pipa è un atto di libertà! Che bello girare per le strade e vedere la gente che ti guarda stupita, e tu che pensi "Faccio quel che voglio perchè mi piace!". E poi mica faccio del male a qualcuno, magari lo faccio a me quando mi si rigira e il tabacco ardente mi fa sulla mano! Quando si fuma la pipa si imparano tante cose: a non giudicare, perchè ognuno si fuma il tabacco che vuole, e fuma come vuole. A non essere dei maniaci della perfezione, della "pipata" perfetta: si spegne e la riaccendi, una, dieci, cento volte! E che problema c'è sbagliando si impara. E' come fare all'amore!

Insomma chiunque voi siate, qualunque cosa vogliate e crediate: fumatevi la pipa. Fatevi pure un cubano, una canna e una sigaretta se vi va! Anche Van Gogh mi darebbe ragione: lui fumava la pipa, e quel giorno che si tagliò un orecchio ha rimpianto di aver bevuto troppo assenzio, piuttosto che farsi un altro giro con lei.

SIMONE MIGLIORATO. Classe 1986, aspirante studente universitario, portiere di calcio e amante della letteratura e della scrittura. Vive a Roma, cercando di muoversi tra i tanti sforzi possibili. Cura il blog Dritto verso Itaca e questo è il suo profilo su myspace.

2 commenti:

Emiliano Brinci Designer ha detto...

....e bravo il simoneeeeeee
Mi piace!!!!!!!!

:-)))

Ramon Nocent ha detto...

vivissimi complimenti!